Privacy Policy

Seguici su:

+

L’acustica (terribile) dei ristoranti

novembre 28, 2017


Acustica Articoli Massimo Saviotti Commenti disabilitati su L’acustica (terribile) dei ristoranti

Chiunque abbia trascorso del tempo in un ristorante affollato, in un bar o in un locale notturno il sabato sera, probabilmente si sarà reso conto che l’acustica dei locali è spesso pessima, fastidiosa e insopportabile, anche senza arrivare alla situazione limite di una birreria di Monaco di Baviera. Ed è un vero peccato, perché un buon comfort acustico induce le persone a rimanere più a lungo e, spesso, ad ordinare qualcosa in più. Non sto dicendo che l’acustica del ristorante ideale dovrebbe far sembrare il locale un mortorio… anzi, un buon trattamento acustico ridurrà i suoni fastidiosi – echi e riverberi – lasciando comunque un sottofondo vivace, ed una maggiore chiarezza del suono della voce di chi è alla stessa tavola.

Molti proprietari attribuiscono erroneamente ad un elevato rumore un’esperienza cliente positiva: “È un posto rumoroso, pieno di gente e divertente”. Certo, il rumore può essere una buona cosa – ma solo se è controllato. I clienti non vogliono essere disturbati dal rimbombo delle conversazioni di altre persone, dagli echi causati dallo sbattere delle stoviglie e dal rumore della cucina o persino dal traffico esterno. Se i tuoi camerieri o i clienti devono urlare per essere ascoltati, hai un problema. I clienti non frequentano i ristoranti solo per il cibo, anzi. Un ambiente confortevole, che aiuta la conversazione, è spesso determinante.

Studi recenti come la Zagat Survey (che ha recensito più di 15.000 ristoranti in tutti gli USA) mostrano che l’acustica dei ristoranti è la seconda lamentela più comune tra i frequentatori di ristoranti (seconda solo a un servizio scadente!).

Perchè l’acustica dei ristoranti è così importante?

In Italia si stima che le persone affette da disturbi dell’udito siano complessivamente circa 7 milioni ed il numero è in crescita.

La normativa Italiana e Europea prevede diverse regolamentazioni cui devono sottostare tutti gli esercizi pubblici, inclusi i ristoranti, i pub e i bar:

  • Il decreto legislativo 81/08, testo unico sulla sicurezza sul lavoro, tutela anche la salute uditiva degli operatori dei locali di ristorazione, imponendo tutta una serie di verifiche e prescrizioni. Per esposizioni del personale superiori a 85 dBA nelle 8 ore lavorative, facilmente superabili in locali affollati, il datore di lavoro dovrebbe obbligare il lavoratore ad indossare i dispositivi di protezione individuale (DPI), ovvero le cuffie antirumore!
  • In presenza di un impianto audio, il DPCM 215/99 impone dei limiti ben precisi al livello sonoro, al fine di tutelare l’udito degli avventori.
  • La legge quadro 447/95, al fine di ridurre l’inquinamento acustico nei confronti del vicinato, impone il rispetto di limiti di immissione sonora verso l’esterno e verso altre unità immobiliari nello stesso stabile estremamente stringenti e difficoltosi da rispettare.

Il mancato rispetto di tutte queste normative porta a conseguenze molto gravose sia dal punto di vista economico che della possibilità di continuare ad operare!

Come Noisetronic può aiutarti?

Noisetronic fornisce consulenza, misure acustiche e progettazione degli interventi, sia per ridurre il rumore all’interno del locale che per evitare rischiose problematiche con il vicinato e con gli Enti di controllo (ARPA e Comune). Teniamo sempre presente l’importanza del design e dell’arredamento in un ristorante, lavorando fianco a fianco con il tuo interior designer, architetto o direttamente con te, e ti aiutiamo nella scelta dei prodotti e delle soluzioni idonee, nonché nella loro installazione. Analizziamo l’acustica del ristorante e individuiamo tutte le soluzioni ed i materiali in commercio che possono essere utilizzati per risolvere il tuo problema.

Perciò, se il rumore nel tuo ristorante sta diventando un problema, chiamaci allo 0546-046146. La soluzione è a portata di mano!

 

 





                              

Tagged with:

Comments are closed.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: